Segnala Evento - Luogo

Torinobimbi.it pubblica le iniziative di chi aderisce al portale. Puoi aderire a Torinobimbi.it e segnalare eventi, corsi, feste, manifestazioni, estate ragazzi.

Contattaci per avere informazioni sulle modalità di adesione.
Se non hai ancora sottoscritto l'adesione puoi segnalarci comunque la tua iniziativa, la pubblicheremo a nostra discrezione.

Alice e il primo giorno di asilo

Pubblicato il
Consigliato
Argomenti
Autore
Giorgia Cozza
Illustratore
Maria Francesca Agnelli
Casa Editrice
Il leone verde
Collana
Il giardino dei Cedri
Anno prima edizione
2010
Pagine
24
ISBN
9788895177748
Social Network

Un libro per tutti i bimbi che a settembre inizieranno la scuola dell’infanzia e sono contenti, ma anche un po’ preoccupati. E per tutte le mamme e i papà che li accompagneranno in questa nuova emozionante avventura.

Tanta emozione e un po’ di timore

“Alice adesso ha tre anni. È diventata abbastanza grande per frequentare la scuola dell’infanzia. Alice è molto emozionata. E anche un pochino preoccupata. Domani andrà all’asilo per la prima volta!” Inizia così questo piccolo libro, dedicato a tutti i bambini che si preparano per andare alla scuola dell’infanzia. La protagonista dà voce a quelle che sono le emozioni comuni in questa situazione: da una parte ci sono l’orgoglio (perché la scuola dell’infanzia è una cosa “da grandi”!), l’emozione e la curiosità, ma dall’altra c’è un po’ di timore (quello che non si conosce fa sempre un po’ paura) e per molti bimbi c’è anche la difficoltà del primo distacco dalla mamma e/o dall’ambiente domestico. Insomma, proprio un’avventura vera, di quelle “toste”. Di quelle che rendono difficile addormentarsi. Proprio come succede ad Alice: “È sera ma Alice non ha sonno. Quando si è tanto emozionati e anche un pochino preoccupati, il lettone di mamma e papà può essere di grande aiuto. Alice si stringe alla mamma e si sente già un po’ più tranquilla”.

Qualche “trucco” per prepararsi al gran giorno

Alice e il primo giorno di asilo, oltre a favorire l’immedesimazione dei bambini a cui viene letta la storia, una piccola mano la dà anche ai genitori. E in particolare alle mamme che spesso sono emozionate e contente sì, ma anche un po’ preoccupate, proprio come i loro bambini.

Ecco perché nel libro sono presenti diversi suggerimenti per prepararsi insieme in vista del “grande giorno”. E quando il giorno arriva… Alice e la sua mamma trovano un modo, un segreto tutto loro, per sentirsi vicine anche nel tempo che trascorrono lontane. Ebbene, il dono della mamma – che è “un po’ magico” – funziona! Alice si diverte un mondo, conosce tanti bimbi e canta con loro e con la maestra delle belle canzoncine…

Un personaggio amato dai più piccoli

Giunto alla sua terza ristampa, Alice e il primo giorno di asilo ha accompagnato tanti bambini, aiutandoli a vivere con serenità il primo distacco dalla mamma e l’inizio della grande avventura della scuola dell’infanzia. La storia semplice ma efficace, conquista i bimbi con il suo linguaggio a misura di bambino e con le sue illustrazioni allegre e coloratissime. La piccola Alice con le sue buffe trecce incarna così bene i desideri, i dubbi, le paure dei più piccoli che tanti bambini hanno imparato a memoria la sua storia!

Per chi desidera saperne di più nella pagina Alice e il primo giorno di asilo c’è la possibilità di sfogliare le prime pagine del volume.

Una storia per ogni occasione

Questo libro fa parte di una serie – Le Storie di Alice – che comprende otto volumi e affronta vari momenti “forti” della crescita di un bambino: dall’ingresso all’asilo, all’attesa e alla nascita di un fratellino (con Alice e un fratellino nel pancione e Alice sorella maggiore), dal rapporto privilegiato con mamma e papà, alle abitudini ecologiche che è bene imparare sin da piccini. Peculiarità di questa serie, lo stile di maternage ad alto contatto, fatto di tante coccole, libero accesso al lettone in caso di bisogno, latte di mamma a volontà e bimbi portati in fascia. Perchè con le coccole… si cresce bene! Alice lo sa e anche i tanti bimbi che si sono innamorati delle sue storie.