Ti ascolto: Sportello di counselling in sostegno alla genitorialità

Consigliato

Lo Sportello d’Ascolto, attraverso la figura del counsellor, risponde all’esigenza di un singolo, una coppia, un adolescente, una famiglia di far fronte ad un evento, a difficoltà, a ciò che in un particolare momento rappresenta un problema, attingendo al proprio bagaglio di risorse interne ed esterne, attraverso un intervento professionale che si basa su abilità di comunicazione e di relazione. Il presupposto dell’intervento è che la richiesta di aiuto del cliente rappresenti non il sintomo di un disagio, ma l’inizio di una ricerca di equilibrio personale e familiare. Lo Sportello d’Ascolto può essere: informativo: attraverso il counsellor il cliente riceve informazioni comprensibili in ambiti per lui importanti, di ricognizione e riorientamento: il cliente viene sostenuto nella ricerca di risorse interne o esterne per fronteggiare un problema o una crisi. di facilitazione delle decisioni: il counsellor e il cliente valutano soluzioni e progetti. Il counsellor utilizza competenze antropologiche, pedagogiche, teoriche, psicologiche e sociologiche per preservare le caratteristiche essenziali dell’intervento ovvero: il rispetto della richiesta del cliente, la consapevolezza degli effetti della propria degli obiettivi. La relazione d’aiuto si sviluppa attraverso l’utilizzo di un ascolto attivo, sospensione del giudizio ed empatia orientati allo sviluppo e al mantenimento dell’identità come persona. Su appuntamento.

Continua