Genitori social: pubblicare le foto dei figli- limiti legali e ragioni di opportunità

Consigliato

Foto, immagini, video. Tutti sanno che la rete può essere insidiosa perché risulta difficile bloccare la circolazione dei contenuti una volta immessi. Ma quando i soggetti ritratti sono dei bambini, non è solo questo che dovrebbe preoccuparci. Abbiamo chiesto cosa ne pensavano all’avvocata Maria Elena Ferrara e alla psicologa Flavia Cavalero. 

Pubblicato il
Continua

Non voglio stare senza di te: mi viene l’ansia!

Consigliato
ansia da separazione nei bambini, che cosa fare?

L’ansia da separazione si manifesta per la prima volta come normale caratteristica di una fase dello sviluppo del bambino, quando ha imparato a riconoscere chi si occupa di lui, ha capito di essere “altro” da chi lo cura e sa che anche se non si è lì con lui si esiste (permanenza dell’oggetto) ma ancora non sa che chi va via, tornerà. Proprio questa non consapevolezza determina l’ansia da separazione, ma presto il bambino capirà che è possibile andare via e tornare e le scene di pianto si placheranno.

Pubblicato il
Continua

Insegnanti e genitori: si può fare di più

Consigliato
il difficile rapporto tra insegnati e genitori

Le storie di accese discussioni, quando non di veri e propri litigi, che coinvolgono insegnanti e genitori, di questi tempi non si contano più. E’ quindi lecito chiedersi se si tratti di dinamiche relazionali complesse o se sia una questione di buon senso che dovrebbe essere messo in campo da entrambe le parti. Forse la risposta sta nel mezzo e sono vere entrambe le affermazioni.

Pubblicato il
Continua

La masturbazione infantile

Nei Tre saggi sulla teoria sessuale (1905), Freud scrive che “una delle credenze popolari sulla pulsione sessuale consiste nel ritenere che essa sia assente nell’infanzia e che si risvegli soltanto nel periodo di vita che si definisce pubertà. Questo non è soltanto un errore banale, bensì anche un errore che comporta gravi conseguenze …”.

Pubblicato il
Continua

Il corpo femminile

Consigliato

Nel precedente articolo, ho differenziato tra metodo curricolare e metodo incidentale, specificando come a casa con i propri figli sia preferibile utilizzare il secondo, sebbene più impegnativo da un punto di vista emotivo. Ma proprio per dimostrarci più preparati e disinvolti di fronte alle richieste dei nostri figli, è auspicabile avere in mente il metodo curricolare. E come primo argomento ho deciso di  trattare il corpo femminile, seppur in maniera non esaustiva perché questa non è la sede. E quindi partiamo.

Pubblicato il
Continua